Home >> Salute >> La caffeina e la tua salute

La caffeina e la tua salute

tazza di caffèSiamo tutti consapevoli che il caffè contiene caffeina ed è quindi uno stimolante. Ciò che confonde i consumatori sono le dichiarazioni contrastanti in merito ai presunti benefici sulla salute e gli effetti collaterali. Come con ogni altro componente delle nostre diete, anche gli esperti non sono d’accordo.

Ecco di seguito alcuni degli effetti documentati in caso di consumo medio del caffè. Gli effetti legati al consumo di caffè possono variare notevolmente da soggetto a soggetto e ovviamente anche in base alle quantità assunte.

Assorbimento ed eliminazione della caffeina

Quando il caffè viene ingerito, la caffeina va rapidamente nel flusso sanguigno e raggiunge il suo livello di picco nel sangue dai trenta ai sessanta minuti.

Tuttavia, è possibile avvertire un maggior livello di allerta dopo dieci minuti dall’assunzione. La caffeina non viene accumulata nel corpo. Una metà viene eliminata entro quattro ore, mentre l’altra metà rimane all’interno del corpo dalle otto alle quattordici ore. Ecco perché molte persone hanno difficoltà a dormire la notte dopo aver preso il caffè.

È meglio evitare di prendere il caffè almeno otto ore prima di andare a dormire. La quantità di tempo che il corpo impiega per eliminare la caffeina può variare da soggetto a soggetto. Tra i fattori che possono influire sull’eliminazione del caffè rientrano la gravidanza, la condizione fisica, il peso corporeo e la frequenza dell’assunzione.

Limiti di sicurezza per il consumo di caffeina

I limiti di sicurezza per il consumo di caffeina possono variare in base al livello di tolleranza, all’età e alla condizione di salute generale. Ognuno ha il proprio livello di sensibilità e ogni individuo ha un suo modo di reagire agli effetti della caffeina.

Per gli adulti senza problemi di salute, un consumo massimo di 400 mg di caffeina al giorno potrebbe non causare effetti indesiderati. Una tazza di caffè contiene circa 100 mg di caffeina. Molte persone ne bevono di più e non presentano alcun effetto collaterale. Tuttavia, un soggetto può sviluppare maggiori livelli di tolleranza e può quindi consumare maggiori quantità di caffeina senza riscontrare effetti negativi.

Caffeina e palpitazioni cardiache

Per coloro che non bevono regolarmente il caffè, anche solo una tazza può aumentare il loro livello di pressione arteriosa sistolica di dieci volte. Tuttavia, per coloro che bevono abitualmente caffeina, tale effetto può non essere accentuato.

La caffeina è anche nota per la sua capacità di accelerare il battito cardiaco. Degli studi mostrano che la caffeina aumenta la produzione degli ormoni della noradrenalina che accentuano l’effetto adrenalinico.

Un consumo eccessivo di caffeina può portare a un aumento di calcio nelle arterie principali del cuore. Questo calcio in eccesso aiuta nella formazione della placca arteriosa, causando un indurimento e una riduzione del diametro delle pareti arteriose. In questi casi aumenta il rischio di attacco cardiaco e infarto. È possibile sottoporsi a una TAC per definire il volume della placca, attraverso la quale i medici possono fare una stima delle probabilità di manifestazione di questi rischi nel futuro.

Altre fonti di caffeina

La caffeina non è presente solo nel caffè.  Alcuni tè contengono piccole quantità. Due lattine di coca cola contengono più o meno la stessa quantità di caffeina di una tazza di caffè. Non tutti i marchi di caffè o tutte le tipologie sono uguali. Ogni marchio di caffè può avere un diverso contenuto di caffeina. Quest’ultima può essere presente in grandi quantità anche in alcune bibite energetiche. Anche la cioccolata può contenere della caffeina.

Molte persone non sanno che la caffeina è presente anche in molti farmaci da banco come ad esempio, Vivarin, Midol e Norgesic Forte.

Riduzione del consumo di caffè

Mentre molte persone bevono caffè tutti i giorni, molti hanno perso il vizio e va meglio. Altri dicono che la loro salute è migliorata dopo aver ridotto o eliminato il caffè dopo pranzo.

Se ti piace il gusto o il momento di socializzazione legato al caffè ma sei preoccupato in merito alla caffeina, esistono molte tipologie di caffè decaffeinato che vale la pena provare.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*